Quanto costi assistcris?!

  1. Quanto costi assistcris?! I costi di assistcris

Eccomi a parlare di un argomento forse spinoso, non voglio neppure fare nessun conto in tasca, proviamo solo a fare un paio di riflessioni/ pensieri che dite?

La crisi è ovunque e in ogni campo, lo sappiamo bene, sia perché lo provliamo su noi stessi, sia perché veniamo avvertiti costantemente dai media.

Crisi vuol dire: contrazione dei consumi e  riduzione dei costi giusto?

Essere in crisi è vista come condizione estremamente negativa, e lo è, ma può esserci anche qualcosa di buono in questo o è pura utopia pensarlo?

Crisi quanto mi costi!

La crisi costa, oltre che in termini economici anche in energie vitali, quanto? Tanto!

“Cresce, in Italia, il consumo di antidepressivi: +1,6% nel 2016 rispetto all’anno precedente”

Questo afferma un articolo di federfarma pubblicato in Aprile di quest’anno

(credit :federfarma-antidepressivi )

La crisi la è la ragione spesso più riconosciuta per giustificare l’uso di antidepressivi o comunque di soluzioni per alleviare lo stato di malessere che ci muove dentro.

Senza ulteriormente scendere nel campo medico, cerchiamo di ragionare un pochino: cosa ci fa stare male a livello lavorativo?

Rispondendo d’istinto, io per prima, mi butterei sul “precariato” lo metto tra virgolette apposta per identificare, con questo termine, il fatto che davvero oggi il posto fisso sembra sempre più un’utopia , un qualcosa inerente le favole.

C’è Crisi? Mi rinvento!

Ho parlato di costi emotivi della crisi, ma pensiamo anche ad altro, espandiamo il concetto: quante nuove attività ci sono oggi nonostante, o forse per spinta, della crisi

che ieri non c ‘erano?

Pensiamo a tutto il mondo informatico, allo smart working, ma anche a quelle attività legate alle passioni di noi tutti come ad esempio i dog-sitter o le pensioni per animali (davvero ai ” tempi” dei nostri genitori esistevano già?)

Ecco allora spuntare una considerazione: la contrazione dei consumi, la poca disponibilità di denaro ci ha,magari,stimolato l’inventiva?

Inventa che ti passa!

Inventarsi un’impiego è così impossibile?

Non lo credo del tutto,  basta partire da una semplice risposta alla domanda che ci accompagna sin da piccoli, ma che risulta sempre più complicata con l’andare del tempo: ” cosa vuoi fare da grande? “

Chiedete ad un bambino e subito vi risponderà con una lista di attività ,  provate  a chiederlo ad un adolescente e la lista si accorcerà ,fino ad arrivare all’adulto che farà magari spallucce e basta.

Quindi i costi di assistcris …Che mi dici?

Ti dico che IO mi sono si buttata in una professione che ieri non c’era neppure nei pensieri ma che oggi è davvero reale!

Ho investito molto in termini di tempo per formarmi ( e ne ho ancora molto da investire, perché sono cosciente che non posso ritenermi mai arrivata anzi!

Ogni giorno c’è una novità in questo campo! ) e sono convinta possa servire agl’altri ciò che faccio.

Lo dico perché oggi i professionisti vengono visti come animali rari, gente che è lì e viene pagata più del dovuto

( che poi questo dovuto mi piacerebbe capire che termini  abbia).

Io sono una professionista, perché ho e sto ,appunto, facendo un percorso di conoscenza, proprio perché non voglio improvvisarmi.

Ho letto di recente un bellissimo esempio su questo:

un professionista si può dire esperto in un campo perché ha studiato in quel campo, su quel campo agisce . Un  chirurgo , ad esempio, è esperto nel corpo umano, nell’operarlo ma non è esperto nell’aggiustare un impianto elettrico, viceversa un elettricista sarà esperto nei circuiti elettrici ma non nell’operare. Ed è per questo che se io ho bisogno di un’operazione mi rivolgo al chirurgo e non all’elettricista, benché magari quest’ultimo sia appassionato di medicina, concordate?

 

Web un mondo dove tutto è gratis

Facendo una ricerca su google troviamo mille tutorial ( si chiamano così quei percorsi in cui insegnano a fare qualcosa, spesso tramite video ma anche tramite articoli esplicativi), insegnano a fare un’attività. Vedendoli alcuni  si è magari portati a dire ” sono capace anch’io a farlo, che ci vuole?”

Ci vuole, che non sempre le cose si svolgono in un modo lineare, non sempre un processo è fatto da step regolari, spesso e volentieri il percorso è accidentato!  E’ per questo che si deve studiare per capire come fare a risolvere quegli accidenti.

Io ho iniziato a farlo,ci tengo a dirlo, non perché mi reputo superiore ma perché voglio segnalare che ,SI, sto comprendendo questi meccanismi e posso agire sui percorsi in maniera migliore rispetto a chi è all’inizio.

Pagamento o mio pagamento!

Pagare, questo verbo che tante volte ci fa fermare il respiro, pagare vuol dire privarsi di/ cedere  a qualcuno un pezzo di noi, del nostro lavoro.

Pagare correttamente dovrebbe essere naturale: tu mi fai un servizio io ti pago quest’azione.

Peccato che questo concetto diventa, spesso e volentieri, utopistico: vuoi perché ci sono sempre meno veri esperti nel fare, ma moltissimi esperti nel dire!

Mi permetto questa frase per puntualizzare un pochino: io non sono la massima esperta di assistenza virtuale, lo riconosco appieno, però sono una persona che si mette in gioco,

che vuole essere utile e che crede che questo, debba essere giustamente riconosciuto.

Riconoscere per non pentirsi!

Ecco il tasto dolente: io pago qualcuno per un lavoro e questo lavoro non è fatto bene o magari dura poco che faccio? Chiedo i danni?

I danni sono spesso la perdita di fiducia verso una categoria, per colpa di un suo esponente e questo è qualcosa di molto grave, forse più del danno economico.

Quando si perde la fiducia si perde moltissimo ed è difficile recuperare.

Per questo ci vuole attenzione!

Attenzione a valutare , attenzione a comprendere bene chiedendo,  senza timori inutili.

Il web come la vita reale è fatta da persone e le persone sono imperfette.

 

Colloquio preliminare, preventivo, periodo di prova servono a questo ad essere chiari!

Essere chiari e precisi è la base per ogni rapporto lavorativo, ma di base ci vuole rispetto reciproco, se di una persona non mi fido

non ci sarà  nessuno che potrà farmi cambiare idea, che potrà convincermi, devo essere io a farlo dando  una possibilità.

Se non voglio impegnarmi ,devo essere sincera ed  ammetterlo ,perché se non lo faccio ne avrò solo un danno.

 

Il Gratis non è il male certo! Ma neppure la soluzione a tutto!

Quando sentiamo parlare di qualcosa di gratuito abbiamo una reazione duplice: ne siamo attratti ma anche pensiamo “dov’è la fregatura?”

A volte vince l’attrazione,  a volte il sospetto, entrambe ci creano un disagio: perché l’attrazione può spingerci a fare qualcosa che davvero non vogliamo e quindi ci accontentiamo,

il pensare alla fregatura può frenarci e privarci di un aiuto.

Chiedere aiuto non è il male anzi! Può davvero crearci un vantaggio ! I costi assistcris posso dare guadagni!

Spiega un po’…

Parlo di vantaggio per i costi di assistcris  in senso sia di alleggerimento del lavoro, quindi di guadagno in fatto di tempo e di energie.

Fare tutto da se è bello, gratificante certamente ma vogliamo guardare anche a ciò che comporta?

Quante cose si possono fare in 12 ore (diamo un 12 ore di riposo) tante, certo, ma davvero nessuna di queste è delegabile?

Nessuna di queste attività se fatta da qualcun’altro potrebbe darci qualcosa di positivo?

Davvero il ” lusso” di una segretaria è un qualcosa di inarrivabile ? I costi di assistcris sono inarrivabili?  Non ci credo!

Io dico no!

Dico che  attribuendo un giusto prezzo ad un servizio questo possa davvero fare la differenza, tra il trovarsi senza energie e il godersi

qualcosa di piacevole fosse anche solo una tazza di the ! E questo che i costi di assistcris portano!

Esaurirsi non è sinonimo di fare bene!

Le forze di ognuno di noi sono preziose e non sempre ogni giorno si rimpinguano, non per questo si deve pensare che solo indebitandosi si fa bene!

La mia attività è modulabile e personalizzabile apposta per questa ragione: le esigenze di ognuno non sono tutte uguali ( e parlo sia di credito che di compiti da delegare)

e vanno sempre rispettate !

Per questo do delle idee  di pacchetto che non sono altro che proposte ma che per realizzarle devono essere condivise, insomma dobbiamo conoscerci, parlarci!

Nessun timore al contattarmi non vi è ragione!

 

assistcris spot

 

Qui la mia offerta…

offerta-assistcris

 

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “Quanto costi assistcris?!”